MystFest 2020

MystFest 2020
XLVII PREMIO GRAN GIALLO CITTÀ DI CATTOLICA
II PREMIO ANDREA G.PINKETTS

 

venerdì 31 luglio – Piazza 1° Maggio, Cattolica

I MISTERI DI RAFFAELLO SANZIO

Un evento unico con Valerio Massimo Manfredi e Luigi Bravi

per celebrare il Maestro di Urbino nella serata che eleggerà

il vincitore del 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica.

Inaugurazione della mostra Raffaello in particolare. Indizi, tracce ed enigmi.

 

 

Cattolica, 29 luglio 2020 – Il Mistero non si ferma. La Regina dell’Adriatico si accende di giallo venerdì 31 luglio per il primo appuntamento del MystFest 2020 – 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica che vede due momenti importanti della kermesse: la cerimonia di premiazione del 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica ed un evento unico dedicato a Raffaello Sanzio con lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e il presidente dell’Accademia Raffaello di Urbino, professor Luigi Bravi. Alla Galleria Santa Croce si inaugura la mostra che mette in evidenza i dettagli delle più importanti opere dell’artista: Raffaello in particolare. Indizi, tracce ed enigmi.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE
XLVII PREMIO GRANGIALLO CITTÀ DI CATTOLICA

I riflettori si accendono sul Festival per la cerimonia di Premiazione del 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica, il primo premio dedicato al giallo e al mistero che vede una giuria composta da grandi nomi della letteratura contemporanea: Barbara Baraldi, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Ilaria Tuti. Con loro il direttore de Il Giallo Mondadori Franco Forte e la direttrice del MystFest Simonetta Salvetti. Nella stessa serata verranno assegnati altri due importanti riconoscimenti: il Premio Alberto Tedeschi e il Premio Alan D. Altieri.

 

UN’INCHIESTA SUI MISTERI DI RAFFAELLO SANZIO

Per celebrare Raffaello Sanzio a 500 anni dalla scomparsa, un’inchiesta sui misteri legati alla sua vita e alle sue opere con due grandi conoscitori dell’artista: lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e il professor Luigi Bravi, che accompagneranno il pubblico in un viaggio nel Rinascimento segreto.

Elementare, nell’accezione scherlockiana, è il collegamento tra il Maestro di Urbino e Luigi Bravi, presidente dell’Accademia Raffaello Sanzio di Urbino e Professore associato di Filologia classica al Dipartimento di Lettere Arti e Scienze Sociali dell’ Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Particolare è invece il filo che lega Raffaello a Valerio Massimo Manfredi: nel 2009 il Nucleo Tutela del Patrimonio Artistico dei Carabinieri ritrova vari capolavori della pittura rinascimentale che erano andati perduti, tra cui La Muta di Raffaello Sanzio. Per pubblicizzare questo successo, l’Arma chiede allo scrittore di inventare un romanzo nel quale poteva immaginare le avventure di un detective dedito alla lotta contro i furti di opere d’arte. Nasce così il personaggio del colonnello Reggiani, protagonista di cinque diversi racconti, che arriva alle stampe solo le 2015, in occasione dei duecento anni dell’Arma, con Le inchieste del colonnello Reggiani, edito da Einaudi.

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
RAFFAELLO IN PARTICOLARE. INDIZI, TRACCE ED ENIGMI

Cattolica omaggia inoltre il genio urbinate con un’esposizione nata in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e all’Unesco del Comune di Urbino e curata da Silvia Cuppini con Mjras Studio, dal titolo Raffaello in particolare. Indizi tracce ed enigmi.

La mostra svela il mistero dell’eleganza al tempo di Raffaello attraverso dettagli di abiti, gioielli, cappelli; ornamenti caratterizzati da una raffinatezza tale da restituire il senso dell’intera opera e da una cura dell’immagine che sembra dare avvio alla modernità.

Tra le opere messe in risalto grazie alla digitalizzazione, curata da Haltadefinizione, la Madonna col Bambino e San Giovannino (Madonna della seggiola), lo Sposalizio della Vergine e La Fornarina

La mostra, allestita alla Galleria Santa Croce (via Pascoli, 21) con il contributo di Riviera Banca e il sostegno di Sgr per la Cultura, è ad ingresso gratuito e si potrà visitare fino a dicembre 2020, dal giovedì alla domenica dalle 20.30 alle 23.30.

10 PICCOLE INDAGINI. Un’antologia a sostegno della Caritas di Cattolica

Nella serata verrà presentata al pubblico l’antologia 10 Piccole Indagini che raccoglie i racconti vincitori delle ultime 10 edizioni del Premio Gran Giallo città di Cattolica. Il progetto è nato nel pieno dell’emergenza Covid-19, quando la direzione del Festival, con il contributo del direttore de Il Giallo Mondadori Franco Forte, ha deciso di scendere in campo a sostegno della Caritas San Pio V di Cattolica, alla quale va il ricavato della vendita.

In vendita dal 7 aprile in formato ebook e cartaceo, il volume raccoglie in 192 pagine i 10 racconti di: Monica Bartolini, Alberto Rudellat, Maurizio Maggi, Mauro Falcioni, Ilaria Tuti, Diego Lama, Fabrizio Fondi, Lidia Del Gaudio, Scilla Bonfiglioli, Andrea Raggi.

Prefazione di Carlo Lucarelli, introduzione di Simonetta Salvetti, edizioni Delos Digital.

 

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti, con le modalità previste dalle normative vigenti.

INFORMAZIONI: www.mystfest.com
@MystFest è anche su Facebook ed Instagram

MystFest è organizzato da Comune di Cattolica, Assessorato alla Cultura Servizio Cinema-Teatro, con il Patrocinio di Regione Emilia Romagna e Destinazione Romagna, il contributo di Riviera Banca e il sostegno di Sgr per la Cultura. In collaborazione con Il Giallo Mondadori, Toby Dammit, Giometti Cinema, Caritas Cattolica, Aeffe Group, Ristorante Gente di Mare, Hotel Carducci 76, Hotel Kursaal, Reggini Auto. Media Partner Gruppo Icaro.