Informazioni sul Teatro della Regina

teatroProgettato da Pier Luigi Cervellati nel 1984, il nuovo teatro di Cattolica e’ un tipico “teatro all’italiana”, il primo costruito ex novo in Italia nel dopoguerra.
Tecnologie d’avanguardia, tre ordini di palchi, 600 posti, un capace ridotto per convegni e conferenze.
Inaugurato il 14 gennaio 1996 con un concerto del soprano Katia Ricciarelli, il Teatro della Regina e’ il primo teatro-teatro progettato e costruito ex novo in Italia nel dopoguerra. Realizzato in tempi da record, solo nove anni – se si considerano gli anni necessari per il semplice ripristino di un teatro nel nostro paese il nuovo teatro di Cattolica si offre come simbolo dell’impegno che la città riserva alla cultura come strumento di crescita civile.

La pianta del teatro ripropone lo schema classico a ferro di cavallo, tipica dei teatri detti all’italiana.
I due ordini di palchi, coronati da un capiente loggione, da considerarsi in realtà come un terzo ordine di palchi, abbracciano la platea fasciata di legni biondi, il cui impegno rende l’acustica semplicemente perfetta.

L’architetto Pier Luigi Cervellati ha saputo coniugare con estrema eleganza e modernità lo schema base del teatro all’italiana con la funzionalità e la versatilità richiesta ad una moderna “macchina per spettacoli”.
Il teatro dispone di 700 posti, altri 200 sono ricavati nel lussuoso ridotto sottostante, sede di incontri e concegni.
Il palcoscenico, largo 12 metri e profondo 10, è dotato di un “golfo mistico” capace di ospitare orchestre fino a 50 elementi.
La particolarità del “golfo” è quella di essere mobile e di poter essere elevato al livello del palcoscenico aumentandone notevolmente la superfice.
Arredi, tende e poltrone, di un bel colore smeraldo, sono firmate in esclusiva dalla prestigiosa ditta Frau.