Richiedi gratis un preventivo

Umberto Paolucci

Paolucci UmbertoUmberto Paolucci (a destra) con Bill Gates

Il cattolichino Umberto Paolucci, presidente della Microsoft Italia, e braccio destro del “mitico” Bill Gates, è stato uno dei protagonisti dei festeggiamenti del 25′ anniversario della Microsoft.

In uno dei suoi interventi (Il Sole- 24 Ore del 5 settembre 2000) ha illustrato l’importanza dell’avvenimento.

Un intervento su cui meditare.

“Sono passati 25 anni da quando Bill Gates e il suo amico Paul Allen lessero un articolo su una rivista di elettronica e ordinaro no un personal computer in scatola di montaggio… I due studenti si convinsero in breve tempo che se fosse esistito del software in grado di rendere utile quella macchina, si sarebbe aperto un enorme mercato che avrebbe portato i computer ‘in ogni casa e su ogni scrivania’.

Con quella visione fondarono Microsoft, ponendo la prima pietra di una storia affascinante e ricca di avvenimenti.

A un quarto di secolo dalla fondazione della società, il motivo ispiratore continua sostanzialmente a essere il fattore aziendale trainante. Fare in modo che il computer sia alla portata di tutti resta una missione centrale in quest’era di grandi trasformazioni. Ma questo non basta. La diffusione delle tecnologie e del pc sono alla radice dell’impressionante ciclo economico degli Stati Uniti nell’ultimo decennio. Anche gli altri Paesi, e l’Europa in prima fila, devono riuscire a sfruttare questa opportunità. Il sapere e la diffusione del sapere hanno ricevuto dall’informatica e dalla telematica uno straordinario impulso (anche se troppe fasce sociali e geografiche sono ancora escluse).

… Di pari passo la missione Microsoft si è estesa allo sviluppo di software che consenta a chiunque di accedere all’informazione e di comunicare in ogni luogo, in qualsiasi momento, e con qualunque dispositivo.

… Ma ogni medaglia ha il suo rovescio. I cambi di marcia determinati dalla new economy hanno generato molta ricchezza, ma anche imponenti turbolenze finanziarie; la comunicazione allargata di ‘tutti con tutti’ pone importanti temi come quello della sicurezza e della privacy.

Microsoft e molte altre società e istituzioni che ruotano attorno al mondo dell’information technology, stanno lavorando e investendo per limitare gli aspetti negativi del cambiamento. In realtà l’anniversario di Microsoft può essere visto come un nuovo approccio all’ideare e al fare impresa, valorizzando i giovani e facendoli lavorare insieme come mai era successo in passato.

… Microsoft potrà così dare il suo contributo, tecnologico e sociale, alla creazione di una società in cui la comunicazione sia ancora più duttile e distributiva, veloce e produttiva, in cui il lavoro sia più facile e più creativo. Una società in cui al centro sia sempre l’uomo, non la macchina”.

La Piazza di Rimini – Giornale di Cattolica
(Foto – Archivio fotografico Centro Culturale Polivalente di Cattolica)

***

ROMAGNOLI  FAMOSI

Lòm Dor’ a Umberto Paolucci

Il 17 ottobre 2010 la Rubiconia Accademia dei Filopatridi di Savignano sul Rubicone ha conferito il prestigioso premio Lòm D’or al cattolichino Umberto Paolucci vicepresidente di Microsoft Corporation.

L’anno scorso il premio era stato assegnato ad un altro cattolichino: il magistrato Piergiorgio Morosini.

La storica Accademia dei Filopatridi definisce Lòm D’or “simbolo della lampada pascoliana che irradia luce e affetto e di gratitudine, aiuta, illumina e consola il nostro cammino”. Il premio viene attribuito ogni anno a personaggi romagnoli che si sono distinti in Italia e nel mondo.

La Piazza di Rimini – Giornale di Cattolica
Novembre 2010