Richiedi gratis un preventivo

Federico Fellini

Federico Fellini

FEDERICO FELLINI

LA VITA

Federico Fellini nasce a Rimini il 20 gennaio 1920. Da bambino inventa personaggi per il teatro dei burattini e preferisce i giochi di fantasia. La sua grande passione è il disegno e nel 1930 incontra colui che sarà il suo inseparabile amico, Luigi Benzi, il “Titta” protagonista di AMARCORD. Nel 1939 si iscrive alla facoltà di giurisprudenza a Roma, ma non termina gli studi. Tra il 1939 e il 1944 lavora in diverse commedie ma è nel 1945 che arriva il successo: con Roberto Rossellini firma la sceneggiatura di ROMA CITTA’ APERTA che ha come protagonista Anna Magnani. Nel 1943 si sposa con Giulietta Masina, giovane attrice di prosa. Con il film LA DOLCE VITA, nel 1959, Fellini viene definito come uno dei più grandi registi italiani esistenti. Con questo film vince la Palma d’Oro al Festival di Cannes. Nel 1993 riceve a Los Angeles, da Sophia Loren, l’Oscar alla carriera. Lo stesso anno, il 31 ottobre, muore in seguito ad un ictus cerebrale.

 

LA FONDAZIONE FELLINI

Federico Fellini

Poco più di un anno dopo la morte del Maestro nasce a Rimini la Fondazione Federico Fellini, per volere del Comune e della sua famiglia.

La Fondazione ha lo scopo di conservare, valorizzare e trasmettere la memoria storica del grande maestro del cinema che tutto il mondo ammira.

La Fondazione è rappresentata attualmente da tre grandi registi: Woody Allen, Ettore Scola e Pupi Avati.

Il Centro Studi ha un Museo, situato al piano terra della casa di famiglia, ricco di reperti preziosi come la biblioteca personale del Maestro.

Il Museo consente ai visitatori di porre domande e ricevere risposte sulla vita e le opere di Fellini e permette anche di consultare l’ archivio, cuore della Fondazione, che costituisce la documentazione della complessa personalità del Maestro.

Fondazione Federico Fellini

 

FILMOGRAFIA

1950 “Luci del varietà” 1983 “E la nave va”
1952 “Lo sceicco bianco” 1985 “Ginger e Fred”
1953 “I vitelloni” 1987 “Intervista”
1953 “Agenzia matrimoniale” 1990 “La voce della luna”
1954 “La strada”
1955 “Il bidone”
1957 “Le notti di Cabiria”
1960 “La dolce vita”
1962 “Le tentazioni del dottor Antonio”
1963 “Otto e mezzo”
1965 “Giulietta degli spiriti”
1968 “Toby Dammit”
1969 “Block-notes di un regista”
1969 “Fellini satyricon”
1970 “I clowns”
1972 “Roma”
1973 “Amarcord”
1976 “Il Casanova di Federino Fellini”
1979 “Prova d’orchestra”
1980 “La città delle donne”
1983 “E la nave va”
1985 “Ginger e Fred”
1987 “Intervista”
1990 “La voce della luna”

Locandina Amarcord di Federico Fellini

 

Film: AMARCORD

Regia: Federico Fellini

Interpreti: Pupella Maggio, Bruno Zanin, Armando Brancia, Ciccio Ingrassia, Nando Orfei, Luigi Rossi, Magali Noel, Josiane Tanzilli

Durata: h 2.07

Nazionalità: Italia, Francia 1974

Genere: Commedia

In AMARCORD, che in dialetto romagnolo significa “io mi ricordo”, Fellini ricorda un anno della sua vita da ragazzo in una Rimini degli anni Trenta, verso la fine del Fascismo. Film storico e antropologico, racconta le azioni quotidiane della gente del borgo, in particolare quella di Titta Benzi, alter-ego del Fellini adolescente, vivace studente del IV Ginnasio, della sua famiglia e dei suoi compagni. Sono presenti tutti i “luoghi comuni”, la spensieratezza e la voglia di vivere propria dell’adolescenza e l’ atmosfera strapaesana e volgarotta. Il film felliniano per eccellenza ricorda la vita a Rimini nell’ ultimo periodo fascista.