Richiedi gratis un preventivo

Primi Piatti della Cucina Tipica di Cattolica

Pasta fresca

 

  • Cappelletti di magro alla romagnola

Ingredienti (6 persone):

500 gr di ricotta, 500 gr di formaggio tenero, 100 gr di parmigiano gratuggiato, 2 uova, noce moscata, sale
sfoglia: 600 gr. di farina, 6 uova

Preparazione:

Prendere la ricotta e stemperarla in una terrina insieme al formaggio tenero”bazzotto”, 100 gr di parmigiano gratuggiato, 2 uova intere, un pizzico di noce moscata e il sale necessario. Amalgamare bene i vari ingredienti, poi preparare la sfoglia con 600 gr di farina e 6 uova, lavorarla continuamente sino ad ottenire un impasto liscio e omogeneo.
Tagliarla in tanti quadratini di circa 5 cm. di lato e su ciascuno di essi porre in mezzo 1/2 cucchiaino di ripieno, richiuderlo a triangolo facendo ben aderire i bordi, quindi fare girare ciascun triangolo intorno ad un dito della mano e sovvrapporre le due estremità. Questa è la caratteristica forma del “cappelletto”.
Il miglior modo di gustarli e senz’altro in brodo; lessare in un ottimo brodo di carne e servire con abbondante parmigiano gratuggiato.

 

  • Strozzapreti

Ingredienti (6 persone):

500 gr. di farina acqua, sale

Preparazione:

Far bollire l’acqua con il sale e versarla bollente nella farina in quantità sufficiente per ottenere un’impasto piuttosto consistente.
Lavorarlo per qualche minuto con il palmo della mano, quindi stendere col mattarello una sfoglia dello spessore di 2 millimetri.
Tagliare delle tagliatelle larghe cm. 1,5 prenderne una alla volta e arrotorarle fra le mani per poi spezzarle con le dita, così da avere una lunghezza di cm.10 circa.
Riempire una pentola d’acqua e portarla a bollore, salarla, versare gli strozzapreti e far cuocere per 4 minuti.
Condire con sugo di salciccia e parmigiano.

 

  • Passatelli

Ingredienti (6 persone):

300 gr. di pangrattato, 250 gr. di parmigiano gratuggiato, 6 uova, 1 pizzico di noce moscata, la scorza di mezzo limone gratuggiata, sale

Preparazione:

Amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un’impasto omogeneo e con l’apposito ferro(oppure con lo schiacciapatate) formate i passatelli il più possibile lunghi e cuocerli in brodo bollente per qualche minuto finché non vengono a galla.

Si possono fare i “passatelli verdi”aggiungendo all’impasto un pizzico di spinaci lessati, ben strizzati e tritati finemente.

 

  • Tagliatelle alla Romagnola

Ingredienti (6 persone):

Sfoglia: 6 uova, 600 gr di farina

Si calcola generalmente 1 uovo e 100 gr di farina a testa. L’impasto deve essere ben sodo e la sfoglia sottile. Se la sfoglia è stata ben tirata le tagliatelle risulteranno compatte e soprattutto lunghe.

Lasciatele asciugare qualche tempo, quindi lessatele in abbondante acqua salata.

Il condimento più classico è il ragù, ma sono buone anche con burro e parmigiano, oppure per un piatto più raffinato, con burro e scaglie di tartufo.

 

  • Ravioli

Ingredienti (6 persone):

Sfoglia: 300 gr di farina, 3 uova;

Ripieno: 200 gr di ricotta freschissima, 100 gr di parmigiano grattuggiato, 1 uovo,sale

Preparazione:

Preparate una normale sfoglia con la farina e le uova.
Stendete l’impasto in 2 sfoglie uguali piuttosto sottili.
Preparate un ripieno simile a quello dei cappelletti, mescolando insieme la ricotta, il parmigiano, l’uovo e il sale.
Fate amalgamare bene gli ingredienti, quindi stendete l’impasto su una delle 2 sfoglie.
Ricoprite con l’altra sfoglia e pressate leggermente in modo da far aderire bene le 2 superfici.
Ritagliate la pasta in quadratini di circa 2 cm. di lato e fateli cuocere in un buon ragù o brodo di carne. Se volete dare più gusto al ripieno potete mettere anche degli spinaci.
Appena pronta, spolverate la minestra con abbondante parmigiano gratuggiato

 

  • Maltagliati con fagioli

Ingredienti (6 persone):

300 gr di farina, 3 uova, 1/2 cipolla, 2 spicchi d’aglio, 1 carota, 1 costa di sedano, 1/2 bicchiere d’olio, 300 gr di fagioli secchi o 1 kg di quelli freschi, sale, pepe.

Preparazione:

Preparate una sfoglia con le uova e la farina.
Stendetela sottilmente e ricavatene tagliatelle alte circa 2 cm.
Tagliate quindi le tagliatelle in senso trasversale, ottenendo dei pezzettini di pasta di forma irregolare.
Coprite i maltagliati con un panno e lasciateli asciugare.
Preparate un soffritto con la cipolla affettata, l’aglio, la carota ed il sedano, entrambi tritati e il mezzo bicchiere d’olio.
Quando il soffritto sarà pronto unitevi i fagioli secchi (messi a bagno dalla sera prima) o i fagioli freschi e 2 lt di acqua salata.
Lasciate bollire i fagioli piuttosto lentamente, aggiungendo man-mano altra acqua calda se fosse necessario.
Quando i fagioli saranno cotti, verificate se nella pentola c’è liquido a sufficienza, quindi unite i maltagliati che cuoceranno in pochi minuti.
Regolate il sale e servite ben caldo, ultimando con un filo d’olio crudo e una manciatina di pepe.
La minestra non deve risultare troppo brodosa

 

 

  • Risotto con le “poveracce” (vongole)

Ingredienti (6 persone):

2 kg di vongole, olio, 2 o 3 spicchi d’aglio, 500 gr di pomodori freschi, 1 noce di burro, 1/2 cipolla, 500 gr di riso, 1 manciata di prezzemolo tritato, pepe

Preparazione:

Le “poveracce” sono in Romagna una particolare qualità di vongole, abbondanti nell’Adriatico e particolarmente saporite.
Per il risotto, ne occorrono circa 2 kg ben lavate e spurgate dalla sabbia.
Mettetele a cuocere in una padella piuttosto larga, senza alcuna aggiunta, e toglietele dal fuoco quando saranno tutte aperte.
Estraetele dal guscio e conservate la loro acqua di cottura dopo averne filtrato la sabbia.
Fate soffriggere in abbondante olio, gli spicchi d’aglio, unitevi i pomodori spellati e privati dei semi, il sale e lasciate che il sugo si restringa normalmente.
Aggiungetevi quindi le “poveracce” e fate cuocere ancora per pochi minuti.
Soffriggete intanto in una noce di burro la cipolla affettata, aggiungetevi il riso e mescolate continuamente.
Portate a ebollizione 1/2 lt circa di acqua salata e versatela bollente sul riso.
A metà cottura unite al riso l’acqua di cottura delle “poveracce”, anch’essa bollente, e dopo qualche minuto tutto il sugo.
Mescolate bene in modo che il riso assorba uniformemente tutto il condimento e ultimate con una manciata di prezzemolo tritato e una spolveratina di pepe.

 

Sfoglia: