Richiedi gratis un preventivo

Piatti tipici di Cattolica

CANOCIE - canocchie

 

  • TAJADLOT S’LI PURACIE

Ingredienti (dosi per 4 persone)

Per la pasta: 400 gr. di farina, 2 uova, acqua q.b. Per il sugo: 500 gr. di vongole da sgusciare, 4 pomodori maturi, una cipolla media, uno spicchio d’aglio, otto cucchiai di olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Come si fa: Preparare la pasta e tirarla fino ad ottenere una sfoglia alta un paio di millimetri,quindi tagliare delle fetucce larghe 1/2 cm. circa, i tajadlot. Fare un battuto di cipolla e aglio, soffriggere leggermente i pomodori a pezzi e le vongole aperte e sgusciate. Lasciare bollire per 20 minuti circa. Cuocere i tajadlot, eliminare circa metà dell’acqua di cottura, quindi versare il sugo preparato.

 

  • AL BRUVET S’I FEGATA D’ROSP

Ingredienti (dosi per 4 persone)

400 gr. di fegati di rana pescatrice, 3 cucchiai di conserva, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio, un ciuffo di prezzemolo, sale e pepe q.b.

Come si fa: In una casseruola soffriggere l’aglio tritato, aggiungere la conserva, mezzo bicchiere d’acqua, sale e pepe. Adagiare i fegati ben puliti e lasciar cuocere per venti minuti circa. Spolverizzare con prezzemolo tritato.

 

  • PISTADEN S’LA FRITURA

Ingredienti (dosi per 4 persone)

Per la pasta: 300 gr. di farina, 3 uova. Per il sugo:500 gr. di zanchetti, una cipolla media, 4 pomodori maturi, 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Come si fa: Lavorate la farina con le uova, quindi, con un grosso coltello, triturare l’impasto in tanti piccoli pezzi.In un tegame capiente rosolare la cipolla tagliata sottile, aggiungere i pomodori spezzettati, un bicchiere di acqua ed infine il pesce.Salare e, dopo 10 minuti circa, passare il tutto al setaccio, quindi cuocervi i pistaden. Servire spolverizzando i piatti con prezzemolo tritato e parmigiano.

 

  • CANOCIE A BRUVET

Ingredienti (dosi per 4 persone)

1 Kg. di canocchie vive, 2 cucchiai di conserva, una cipolla media, 1/2 bicchiere di olio extra-vergine di oliva, 1/2 bicchiere di aceto, sale e pepe q.b.

Come si fa: Tagliare le antenne, le mandibole e tutte le altre appendici, spuntare tutt’intorno le estremità pungenti, quindi sistemare le canocchie nel tegame con cui si è fatta rosolare la cipolla. Aggiungere la conserva, un po’ d’acqua e 1/2 bicchiere di aceto, coprire e lasciar cuocere per 15-20 minuti circa.

 

  • L’AJEDA

Ingredienti (dosi per 4 persone)

1 Kg. di pesce azzurro, due tazze di pangrattato, 1/2 bicchiere di olio extra-vergine di oliva, aglio e rosmarino a piacere, sale e pepe q.b.

Come si fa: Dopo aver pulito il pesce, lo si passa nel pane grattato condito con sale e pepe, quindi lo si dispone sulla graticola precedentemente unta e si cuoce sulla brace. Il piatto di portata va sfregato con alcuni spicchi d’aglio e spolverizzato con rosmarino spezzettato prima di porvi il pesce cotto, affinché questo prenda profumo e sapore.

 

  • LA MNESTRA SA LA SIPA

Ingredienti (dosi per 4 persone)

Per la pasta: 300 gr. di farina, 3 uova. Per il sugo: 500 gr. di seppia pulita, 3 pomodori maturi, 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio, un ciuffo di prezzemolo, sale e pepe q.b.

Come si fa: Impastare uova e farina, stendere la sfoglia e tagliare i quadretti.In un tegame capiente rosolare l’aglio tritato, aggiungere le seppie tagliate a dadini, i pomodori spezzettati e tre bicchieri d’acqua. Far bollire lentamente per un’ora circa, quindi cuocere i quadretti nel brodo ottenuto. Spolverizzare con il prezzemolo tritato e servire.

 

 

Cattolica, il mare sulla tavola, Rimini, Panozzo edizioni, 1977